Comunicare la decisione

2

2 novembre 2012 di Espatrio Isterico

Questo per noi è stato un momento di grandissima sofferenza. Eravamo angosciati al punto giusto. Quando ne parli, le persone pensano che sia un modo come un altro di scambiare due chiacchiere. La maggior parte dei vostri parenti, amici e conoscenti, non capiranno che lo state facendo finchè non starete davvero partendo. A quel punto vi diranno: MA VERAMENTE?! Pensavo fosse pour parler…

Aspettatevi di tutto! Di tutto!!!

Le reazioni che abbiamo visto tra parenti e amici sono state pressochè l’intera gamma di emozioni e frasi tipiche. Le riassumo:

–      Stai facendo una cazzata

–      Non pensi al bene dei tuoi figli

–      Sei un’incosciente

–      Finirai a fare la cameriera a Londra

–      Finirai a pulire le scale

–      E se ti va male che fai?

–      Oh che bello, beata te!

–      Brava! Andrà benissimo vedrai!

–      Ma chi te l’ha fatto fare?

–      Ma cosa vuoi di più se hai tutto?!

–      Mah, se ne stanno andando tutti…

–      Ti auguro che ti vada bene ma secondo me…

–      Pregherò per voi!

Ect ect ect.

NON FATEVI SCORAGGIARE, NON MUOVETEVI DI UN PASSO.

Se anche avete dubbi, VI SCONGIURO, non parlatene.

ECCO LA FRASE CHIAVE: Ok, ho capito, MA ORMAI HO DECISO, NON TORNO INDIETRO.

Questo è un momento nel quale TUTTI devono essere SICURI che voi avete già deciso e NON TORNERETE INDIETRO.

Usate tutte le vostre armi a disposizione: santini, rosari, amuleti, preghiere, pnl, coaching, eft, autoipnosi, yoga, karate se necessario, MA NON FATEVI SCORAGGIARE.

Durante il viaggio di Pablo in Norvegia, mia madre ha capito di avere il campo libero. Non credo che ne fosse conscia, credo proprio che il suo istinto abbia recepito il mio stato d’animo.

Bene, per tre settimane mi ha martoriata. MARTORIATA!

Ha passato interi giorni che ogni volta che ci incontravamo (2 volte al giorno, se non 3) mi ripeteva, come un mantra: non farlo, sei pazza, ma che ti prende, oddio non è possibile, ma si che cambierai idea, oddio solo le preghiere possono salvarti a te, è tuo marito che ti travia, io lo so che prendi qualcosa…e molte altre cose, comprese manipolazioni feroci del mio istinto materno, con pericolose leve sul senso di colpa! (ma non pensi allo strappo emotivo che gli credi, sradicandoli da qui, e portandoli in un paese straniero?)

A volte con calma, a volte con stanchezza, a volte con ferocia, ho cercato di difendere la nostra decisione, con poche concise parole tipo: si, vabbè, ma ormai ho deciso.

Ovviamente la sera chiamavo Pablo e mi aggrappavo a lui, che mi ha incoraggiata e sostenuta, e alla fine, quando è rientrato, ha affrontato con me la situazione.

Un mese prima della partenza è scoppiato il putiferio. Si sono create situazioni davvero spiacevoli, di conflitto aperto, di offese e insulti. Ci siamo sentiti oppressi e giudicati.

Alla fine ci sono state le scuse, i perdoni e le lacrime, i non volevo e i mi dispiace. È normale, credo, che non è facile accettare che figli e nipoti si allontanino, può essere doloroso, talmente tanto che esce la rabbia per prima, e poi il dolore.

PORTATE PAZIENZA, e non vacillate MAI, NEMMENO PER UN SECONDO.

In questa fase, l’unione di coppia è tutto. Non c’è niente che possa ostacolarvi. Siate le ali, l’uno dell’altro, perché se vi lasciate andare ora il vostro progetto è in pericolo.

In ogni caso, tutto passa, nel bene e nel male, e troverete sempre qualcuno che vi supporta e sopporta. Contate sull’aiuto di queste persone, e anche se non è bello, allontanatevi da chi disapprova. Perché è un momento delicato, e gestire la vostra emotività è ancora più difficile se venite continuamente stressati dagli altri.

Annunci

2 thoughts on “Comunicare la decisione

  1. imetta ha detto:

    Finora il post più spiazzante! La forza di volontà ha superato ogni ostacolo, perfino l’amore materno. Sempre più convinta che la vostra unione di coppia sia fortissima.

  2. fenixaraba94 ha detto:

    Complimenti per la tenacia! Io già so che i miei fratelli mi scuoieranno, anche per via dell’età, e sono francamente terrorizzata all’idea di potergli solo dire che seguo il mio cuore e i miei sogni e non mi interessa essere dissuasa. E gli altri parenti… brrr! Ma seguirò i tuoi consigli e sono convinta che riuscirò a resistere. Sai che ti dico? Grazie a te, ora ne parlerò un po’ con mia cognata, anche se con netto anticipo. Ti ringrazio!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archiviati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: