Cosa puoi organizzare dall’Italia

Lascia un commento

2 novembre 2012 di Espatrio Isterico

Una volta scelta la città, ci sono molte cose che puoi fare da casa, e sono tutte inutili! (o quasi).

Io sono troppo irrequieta per poter aspettare di essere in un posto, e siccome soffro anche di manie di onnipotenza, ho iniziato a programmare (un’altra cosa che mi esce davvero male!).

Innanzitutto ho studiato la pianta, la popolazione, i quartieri e i costi delle case di decine e decine di città. Ora so tutto sui quartieri di Bombay, Calcutta, Bangalore, Montevideo, Zurigo, Lugano, Oslo, Bergen, Havana, Santiago, e molte altre…cosa me ne faccio? Poco, giusto curiosità.

Credo che il mio curriculum vitae sia nei cestini di non so quanti manager in tutto il mondo.

Le scuole di ogni parte remota della terra hanno saputo che volevo trasferirmi proprio in quella zona, e hanno speso il loro tempo a spiegarmi come fare.

E’ stato molto curioso, ma ho perso davvero tempo.

Le cose più importanti che vi serve sapere prima di partire sono queste:

1.  VOLO

2.  Trasporti verso la città scelta

3.  Indirizzo dell’hotel (non prenotate meno di due settimane, e trattate il prezzo)

Ora, prima di partire dovreste prendere informazioni noiosissime sul posto:

–      Per affittare la casa, come funziona?

–      Quali quartieri sono consigliati dai genitori?

–      Quali scuole sarebbe meglio escludere?

–      In quali quartieri è sconsigliato vivere?

–      Quali sono le zone più care?

–      Quali sono i mezzi di trasporto da e per l’aeroporto?

–      Quali coincidenze aeree e in quali stagioni potrebbero essere chiuse?

–      Situazione sanitaria, eventuali precauzioni

COSE INUTILI CHE HO FATTO:

1.  spedire il mio curriculum con l’indirizzo e il numero telefonico italiano. Mi hanno cagato in pochissimi, e in ogni caso nessuno dei contatti che ho avuto si è trasformato in un lavoro.

2.  Prendere contatti con le agenzie per vedere le case. Tanto ti accompagnano sul momento, quindi è stato perfettamente inutile

3.  Prenotare l’hotel per una settimana tanto di sicuro avremmo trovato casa prima. Certo che l’ho trovata in meno di una settimana, ma ce l’hanno affittata dopo due settimane, perché anche l’agenzia ha i suoi tempi

4.  Inscatolato la roba per spedirla, contattando il corriere: siamo in una casa piccola, se spedissi tutta la mia roba dovrei dormire sulle scatole!

5.  Preso contatto con le scuole: ogni paese ha delle regole diverse, non serve a niente contattarle prima. Chissà quanti contatti ricevono! Quando arrivi, vedi.

Insomma, l’esperienza è da fare sul campo. Non si può pianificare sull’ignoto.

Quando vi racconto il viaggio capirete perché…

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archiviati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: