La Ricerca del Lavoro

1

2 novembre 2012 di Espatrio Isterico

LA RICERCA DEL LAVORO

Tutti ti dicono che in Inghilterra è pieno di lavoro.

Tutti ti dicono che hanno la sorella/cugina/nonna/figlia che qui in italia proprio non trovava niente e invece li si che…

Tutti ti dicono che  basta uscire di casa un pomeriggio e l’indomani inizi.

Tutti ti dicono che è la patria delle opportunità.

Tutti ti dicono che gli stipendi sono altissimi.

Tutti ti dicono che la carriera non è un miraggio ma una normale evoluzione della tua posizione

NESSUNO TI DICE CHE DEVI PREPARARTI A FARE LA FILA E LA SELEZIONE ANCHE PER IMPILARE CARTONI L’UNO SOPRA L’ALTRO.

Le storie che raccontano sono vere, e le cose che si dicono sono in linea di massima abbastanza vere.

Ma l’inglese che hai studiato e che pensi di parlare abbastanza bene, NON TI BASTA. Molte persone non ti capiranno, e alcuni ti prenderanno elegantemente per il culo!

Ci saranno persone che si spazientiranno perché non parli bene. In linea di massima, non si sforzeranno per capirti.

Dovrai riniziare TUTTO, MA PROPRIO TUTTO, da zero. ZERO COMPLETO. Come se fossi stato appena messo al mondo ma con il corpo di un adulto.

 

ASPETTI POSITIVI:

Se guardi gli annunci di lavoro capisci che mercato è.

·        Migliaia e migliaia di posizioni aperte

·        ottimi trattamenti economici

·        Il posto di lavoro a tempo indeterminato qui è molto più richiesto che in passato

·        Valutano con grande rispetto e attenzione cose che in Italia non considerano di striscio: attività di volontariato, corsi e mini corsi, mansioni ricoperte, viaggi all’estero, appartenenza a gruppi sociali o religiosi, stage ect.

·        Possibilità di carriera: ordinaria, in pressochè tutti i lavori

·        Lavoro assicurato, contributi ferie e straordinari pagati

Il resto non sono aspetti negativi, quanto differenze tra i paesi.

La selezione è ovviamente più rischiosa, perché è pieno di candidati come e meglio di te, però una cosa è vera: il lavoro c’è e tra tutte quelle offerte, troverai il tuo in breve tempo, con un po’ di spirito di adattamento.

Il fatto è che se devi fare il cameriere e servire ai tavoli, devi avere un ottimo inglese. E la selezione per cameriere è estremamente dettagliata! Per fare lo spazzino, ti chiedono di compilare un’interminabile lista di risposte…e tu ti chiedi: ma che cacchio c’entrano tutte queste domande con il sollevare bidoni di spazzatura e caricarli sul camion?

Tranquillo: per loro hanno un senso, e se non ti adegui, sei fuori. Punto.

Qua non hai accozzi, non puoi chiamare lo zio, o l’amico del papà. Qui devi farti un culo così e verrai ricompensato di ogni tuo sforzo. Ma è roba tua, hai solo ciò che ti meriti.

Diciamo che un italiano che fa un paio di anni qui impara molte cose…

Annunci

One thought on “La Ricerca del Lavoro

  1. […] Chi mi segue da un po’ ricorderá con risate sonore le scene da Paperino della sottoscritta. (https://espatrioisterico.wordpress.com/2012/11/02/la-ricerca-del-lavoro/) […]

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archiviati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: