TROPPO BUONA PER LAVORARE IN BANCA

3

3 novembre 2012 di Espatrio Isterico

Dopo aver giurato di non mettere mai più piede in una banca per lavorare, grazie alla mia proverbiale e famosa coerenza, ho risposto ad un annuncio di lavoro per una banca.

Ruolo: cassiera. Figurati, ho fatto la cassiera per i primi anni in banca…dai lo faccio!

  • Primo step:

Valutazione del CV. Passato

  • Secondo step:

Assessment online. E’ una specie di test infinito con domande del tipo

”E’ una giornata molto impegnativa,  hai moltissimi clienti in fila. Arriva una cliente primaria della banca, agitata per avere perso la carta di credito, cosa fai?

a la mandi affanculo e servi la clientela

b le dici di aspettare e continui a servire

c chiami il tuo manager

ectectect”

Superato

  • Terzo Step:

una prova di matematica e logica.

Superata

  • Quarto Step:

congratulations! Sei stato ammesso al colloquio telefonico, in data x ect ect.

ERO MOLTO CONTENTA!

Nella email di conferma mi si chiedeva di prendermi un momento per affrontare questo colloquio, in una stanza riservata, preparandomi a rispondere a domande su casi specifici, e a ”testimonianze” di situazioni accadute.

Vabbè…

Mi preparo un bel fogli di word con frasi vincenti, che spiegassero bene la mia storia lavorativa e i miei passaggi di ruolo, e che mettessero in risalto le mie abilità.

E FINALMENTE…ARRIVA L’INTERVISTA!

In ritardo, di  15 minuti, e io ero abbastanza incasinata perchè dovevo andare a lavorare, e rischiavo di perdere l’autobus. Stavo per mandarlo a cagare e fissare un altro appuntamento ma…ascolta, se mi va bene questo ho un contratto a tempo indeterminato, no? quindi…pazienza, calma e via.

Mi chiama un uomo, voce calma e bassa, velocissimo. Oddio…ho pensato, sono fottuta. Riporto sotto il dialogo, tra le parentesi [ ] metto ciò che pensavo.

Banca: Mrs Sara, iniziamo con la prima domanda.

Mi racconti di una volta che ha aiutato una persona a cambiare la sua vita.

Io: [AH?! oddio…ma che c’entra…vabbè…ok, ci sono]

Ho aiutato un’amica  nell’affrontare una decisione abbastanza difficile, facendole cambiare punto di vista.

Banca: e come?

Io: [eh, le stavo leggendo i tarocchi, ma forse questo è meglio non dirlo…] Ma guardi, lei mi ha chiesto un consiglio, e io ho utilizzato con lei alcune tecniche di Coaching e di PNL per aiutarla.

Banca: e come ha capito che voleva essere aiutata?

Io: me l’ha chiesto…

Banca: e come sa che ha fatto bene a darle quel consiglio?

Io: perchè il risultato è stato felice.

Banca: Ok. Passiamo alla seconda domanda.

MI DICA DI QUELLA VOLTA IN CUI HA AIUTATO UNA PERSONA, UN ALTRO ESEMPIO.

Io: [oh mamma mia. Potrei dirgli di aver erogato mutui utilizzando favole per farglieli deliberare…o potrei dirgli che ho sparso carte di credito a qualche amico e amica che ora girano felici con i soldi della banca…no, no, forse no…vabbè, racconto di ciò che ha fatto mio marito, e dico che l’ho fatto io!]

Una volta ero a passeggio con il mio cane nella mia città, e ho incontrato un ragazzo che sembrava essersi perso. Aveva un enorme zaino, era l’una di pomeriggio, città deserta, 40 gradi, e mi sono offerta di aiutarlo.

Banca: Cosa ha fatto per lui?

Io: gli ho chiesto di cosa avesse bisogno, stava cercando l’autobus, ma partiva un’ora dopo. Allora l’ho portato a casa, ha pranzato con noi, e poi è partito.

Banca: e come faceva a capire che aveva bisogno di aiuto?

Io: sembrava smarrito.

Banca: e come faceva a saperlo?

Io: dall’espressione corporea.

Banca: e cosa le ha fatto credere che poteva fidarsi?

Io: l’istinto, e il fatto che a casa non ero sola [oddio, non penserà che sono una zoccola??!]

Banca: e come è andata poi?

Io: ha pranzato con noi e ha preso l’autobus.

Banca: pensa che questa cosa abbia inciso positivamente sulla vita di questo ragazzo?

Io: [ok, adesso ho capito…è uno scherzo! ho capito! sicuramente è Tom, il fidanzato di Alessia…lui è inglese, e mi stanno facendo uno scherzo…adesso glielo dico: Tom! Fuck you, ti ho riconosciuto! Maledetto!!!…ehm…e se non è lui?]  sulla vita non lo so, ma sulla giornata si.

Banca: e come fa a saperlo?

Io: perchè me l’ha detto. Doveva prendere un volo quella stessa sera, e se avesse perso l’autobus avrebbe avuto seri problemi a tornare negli Usa.

Banca: OK. Passiamo all’ultima domanda.

MI RACCONTI DI QUELLA VOLTA IN CUI UNA PERSONA VOLEVA FARE QUALCOSA CHE ERA ASSOLUTAMENTE CONTRARIA A COME LEI LA PENSA.

Io: [ah, ragazzo mio, potrei tenerti al telefono per giorni e giorni!!! mio marito fa sempre qualcosa che non condivido…sempre!]

ok, ce l’ho… – e gli racconto di un episodio a caso, abbastanza banale, ma efficace.

Dopo domande tipo: Pensa di aver fatto bene? Aveva alternative? ect…

Mi tiene in linea un minuto.

Torna e mi dice:

Mi dispiace informarla che non ha passato la selezione, perchè le risposte da lei fornite non incontrano i criteri di selezione dell’azienda.

Aspetta, ma sto capendo bene?

E LA MIA STORIA LAVORATIVA? E I MIEI AVANZAMENTI? E LE MIE COMPETENZE?

L’ho ringraziato e ho chiuso.

O avevano già scelto, o non gli andava bene il mio inglese, oppure

SONO TROPPO BUONA PER LAVORARE IN BANCA!!!

Annunci

3 thoughts on “TROPPO BUONA PER LAVORARE IN BANCA

  1. Monica ha detto:

    cesssssssss :DDD Ascurta..io comprerei davvero un libro scritto da te..
    ..ma un colloquio con un editore.. e le porti tutto il materiale ultimo scritto no??? :DDD

  2. gliespatriati ha detto:

    Monica…mi sembra che tu hai l’audio libro sempre disponibile su skype…! 🙂

  3. Francesca ha detto:

    O forse tutte e tre le cose!!! Ma dai Sare’, tanto della banca non ti frega un accidente, vada per un altro settore!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archiviati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: