Espatrio: consigli per la casa

Lascia un commento

4 novembre 2012 di Espatrio Isterico

Per chi vuole espatriare in Inghilterra, posso fornire qualche informazione utile, anche se la mia esperienza si riferisce solo al Dorset, perciò trattasi di informazioni che potrebbero essere parzialmente valide.

Le case gestite dalle agenzie di norma impongono questi tempi: vedete la casa, se vi piace provate a trattare sul prezzo. Poi si firma un pre-contratto, e pagate le commissioni. Se il Landlord accetta, e anche voi, l’agenzia si occupa di pulire la casa e stilare L’INVENTARIO.  Pagate, vi danno le chiavi. L’agenzia si occupa di trasmettere tutti i dati per le bollette dell’acqua, della luce, del gas. Dopo circa una settimana vi verrà dato l’INVENTARIO: spulciatelo! fino all’ultimo! E se manca qualcosa, restituitelo e chiedete di aggiungerla. Non dovrete insistere, sono estremamente precisi.

Qualche consiglio basato sulla nostra esperienza:

  1. Agenzia: si, affidatevi a un’agenzia. Tutti lo sconsigliano, ma noi siamo capitati in una cittadina gestita interamente dalle agenzie! Il Dorset, come molte località di mare, è una meta turistica molto rinomata. Questo implica che i Landlord (proprietari di casa) preferiscano affittare tramite agenzia. L’agenzia gestisce TUTTO, dal contratto, alle riparazioni di casa, in cambio di una commissione per voi molto molto bassa. Noi abbiamo pagato 300 sterline di commissioni che, equiparato alle mensilità che si pincionano in Italia, è pochissimo.
  2. SITI WEB PER TROVARE CASA: http://www.rightmove.co.uk  – http://www.gumtree.comhttp://www.primelocation.co.ukhttp://www.zoopla.co.uk. Cercate ”rent house” su google, in alternativa, ne escono milioni. Fatevi un giro molto prima di arrivare, capirete molto sul mercato locale
  3. Non abbiate troppa fretta: non avete idea di quante case spuntino fuori in un’ora!
  4. Chiedete e trattate su tutto: il mercato inglese è flessibile, e le agenzie hanno molto molto margine di mediazione!
  5. Prendete informazioni sulle zone, cercando su google: ”best areas to live in Bristol/Birmingham ect”, ”Best neighborhoods”, ”raising up children in…”, ”best place to live with children…”, ”moving to (nome città”
  6. Chiedete su couchsurfing, inviate messaggi alle persone che vivono nella città dove vorreste abitare. Chiede informazioni precise: quali posti sono migliori, peggiori? dove ci sono più autobus? quali sono i posti con più scuole? ect…
  7. Controllate che la casa abbia il riscaldamento, perchè con il freddo qui non si scherza, e che sia adeguatamente isolata. Se avete un affitto basso, e una casa isolata male, pagherete in bolletta ciò che non pagate in affitto.
  8. Pagate regolarmente TUTTO, non sgarrate: molti datori di lavoro prima di assumervi, fanno un Credit Score, nel quale ci finiscono non solo le rate, ma anche alcune bollette!!!

Qualche precisazione sui termini che troverete negli annunci:

Let Agreed: quando leggete questo termine significa che la casa è stata vista da una persona molto interessata, e che l’agenzia sta facendo dei ”controlli” sull’idoneità della persona. Normalmente le agenzie hanno delle polizze, per cui gli affittuari e il landlord sono coperti per il pagamento degli affitti. Ufficialmente la casa non è affittata. ATTENZIONE, perchè a volte il let agreed viene messo dalle agenzie per frenare le richieste. Se una casa ha un prezzo molto basso, arrivano troppe richieste, e l’agenzia lo scrive anche se non è vero. Allora prendete il telefono e chiamateli chiedendo di poter vedere quella casa, se è proprio un colpo di fulmine e/o un prezzo molto basso

Shared Accommodation: si riferisce a una casa da condividere con qualcun altro.

NO DSS: significa che non accettano persone che percepiscono contributi finanziari dallo stato a titolo di integrazione del reddito, cioè benefit per la casa, ad esempio. Molte agenzie non accettano chi ha Housing Benefit (ossia il contributo dello stato per pagare l’affitto, significa che hai un reddito basso…)

No Pets: niente animali.

No smoking: no fumatori. Molte aree sono smoking free, anche all’aperto teoricamente. Non pensate di barare, ci sono allarmi OVUNQUE!

ALTRA PRECISAZIONE PER CHI HA FIGLI: 

La legge vieta il sovraffollamento delle case (overcrowded). Noi che abbiamo tre figli, per legge, dobbiamo avere una casa con TRE CAMERE DA LETTO. Non pensate fare i furbi: firmerete un contratto specificando il numero esatto degli abitanti, dando il consenso all’agenzia di svolgere controlli nell’abitazione (con preavviso). Sappiate che non vale la pena fare le italianate del caso, perchè per contratto possono sbattervi fuori, se infrangete il regolamento…!

Il numero delle camere da letto richieste, in ogni caso, dipende da:

NUMERO DEI FIGLI, MQ DELLA CASA, SESSO ED ETA’ DEI BAMBINI ECT ECT.

Prima di fare qualunque cosa, informatevi, e siate più sinceri che potete.

 

P.S.: NON ESCLUDETE CASE SENZA BIDET. VI RITROVERESTE A DORMIRE SOTTO I PONTI. COSA CHE A BRISTOL VI RIUSCIREBBE MOLTO BENE!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archiviati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: