Ma non eri in…

Lascia un commento

15 gennaio 2013 di Espatrio Isterico

Dimenticavo una cosa fondamentale, e per la quale un pò mi scuso e un pò no…

Prima di partire ci siamo trovati in una situazione di forte stress. Già avevamo le idee confuse su dove fare l’uovo, in più la gente ci pressava non poco.

La nostra è una piccola cittadina, calda e accogliente, ma a volte le persone possono essere (anche involontariamente) un pò invadenti.

In breve tempo si è sparsa la voce del mio imminente licenziamento e della chiusura dell’attività di mio marito, e si è creato un fenomeno abbastanza curioso. Hanno preso piede una serie di teorie che hanno qualcosa di geniale!

Teoria n.1: stanno andando a vivere in campagna (e c’è bisogno di licenziarmi?)

Teoria n.2: sono stati vittime di una setta! Lei sta mollando un lavoro così…poveri bambini, chissà che fine faranno! (è sempre colpa delle cattive compagnie…)

Teoria n.3: lei ha fatto qualcosa di gravissimo in banca, ma ha preso accordi per licenziarsi lei… (si, è vero, ho trasferito 100milioni di euro dai conti dei clienti al mio conto corrente, e quando se ne sono accorti anzichè denunciarmi mi hanno detto ”vabbè, dai, licenziati e ti tieni il resto mancia, ok?!)

Teoria n.4: sono impazziti, poverini… (questo è vero)

e tutta una serie di altre teorie e commenti a tratti esilaranti, ma di sicuro GENIALI!

Presi in questo vortice di pettegolezzi, ogni volta che mettevamo naso fuori di casa, tutti quelli che ci incontravano, conoscenti, sconosciuti ect…ci chiedevano: ”MA E’ VERO? STATE PARTENDO DAVVERO ALL’ESTERO?”

Ed è li che io e Paolo, nota associazione a delinquere da 9 anni ormai, abbiamo deciso di fare di necessità virtù, e divertirci un pò anche noi.

Abbiamo riunito una squadra di amici, e complici, e a ognuno di loro abbiamo affidato un paese diverso. A uno il Messico, a uno l’Argentina, a un altro l’India ect…Loro avevano il compito di spargere la voce e di dare informazioni molto creative sulla nostra nuova vita all’estero.

E così anche noi ci abbiamo dato giù pesante. Dicevamo un paese diverso a ogni persona che incontravamo, seminando confusione ma, sopratutto, divertendoci un casino quando la gente che ci incontrava ci diceva: Ah ciao! Ho saputo che andate in Australia/Canada/Singapore/Papuasia! ah, ma che bravi!

E’ stato divertente, esilarante, curioso vedere come si fa in fretta a spargere una voce, e come le persone ci credano sul serio. E’ stato divertente da morire quando ci riferivano i commenti! Avevamo spie ovunque, pochi complici, ma buoni, che ci hanno aiutato nel costruire questo castello di balle, d’altronde prendere per i fondelli chi ti sta prendendo per i fondelli è una grande soddisfazione…

Chissà che delusione sapere che siamo SOLO in Inghilterra…

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archiviati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: