Genitori (ir)responsabili

3

5 febbraio 2013 di Espatrio Isterico

Siamo stati accusati di essere genitori irresponsabili.
Imputazione: aver portato i nostri figli in un paese straniero.
Si, sembrerà anche snob, ma vorrei parlassero bene almeno due lingue, vorrei che avessero almeno la potenzialità di frequentare le migliori università, sempre che ne abbiano voglia naturalmente.
Vorrei che potessero saltare da una nazione all’altra
Vorrei che non si trovassero a rinunciare a un concorso o a un’opportunità di lavoro perchè non conoscono l’inglese.

Che piaccia o meno, l’italiano è parlato solo in Italia. Lo spagnolo e l’inglese sono le seconde lingue più parlate dopo il mandarino. E dopo viene l’arabo, e molti altri ancora.

E’ da irresponsabili insegnare ai figli che devono poter andare dove vogliono? Forse si. Tenere i figli in Italia e farli studiare per forza nella propria regione, invece, è una scelta responsabile. Desiderare che i figli non facciano esperienze diverse, è responsabile. Sperare che una figlia si sposi e metta sù famiglia piuttosto che passare un anno in Cina a studiare la lingua più parlata al mondo, invece, è una scelta responsabile. Crescere quattro figli in Italia chiedendo aiuti a parenti e amici (perchè tanto il governo se ne fotte) è una scelta responsabile. E’ un insegnamento valido e irreprensibile chiedere appoggi affinché tuo figlio entri a lavorare in banca, per il resto dei suoi giorni. Queste si che sono scelte da VERI GENITORI. Tu che stai nella tua città a sperare che un giorno le cose migliorino, e che i tuoi figli sopravvivano con la pappa pronta, sei responsabile, sei proprio proprio una madre responsabile, tu! Ma quanto sei brava!

Non so come andrà, davvero. Non ho ancora visto due giorni uguali, qui.

Una cosa la so, però: a prescindere dal lavoro che faremo e dai soldi che guadagneremo, se tutto ciò che abbiamo fatto darà ai nostri figli opportunità diverse, allora ne sarà valsa la pena.

E sì, allora (come ora) potrò sentirsi una madre responsabile.

Annunci

3 thoughts on “Genitori (ir)responsabili

  1. andygas ha detto:

    no comment !!! I agree with you 😉

  2. Rosa Spinoza ha detto:

    irresponsabile chi, potendo, non prende in considerazione la possibilità di andarsene da questo paese.

  3. imetta ha detto:

    Questo post mi era sfuggito… L’app di wordpress fa un po’ pena, a dire il vero.
    Questo tema della scelleratezza verso i figli e l’ingratitudine verso una vita che non ti ha negato un lavoro nel paese in cui sei nata, mi perseguita da qualche settimana. Sono quelle voci che vorrei non sentire, che nella maggior parte dei casi provengono da chi quella pappa pronta l’ha sempre avuta, non ama osare, discostarsi da un piccolo mondo confortevole. Condivido pienamente le tue motivazioni… Sono la mia ancora, poiché mi sembra chiaro che non si cerca strettamente un salto di qualità per se stessi, per la propria professione, tuttalpiù si tenta di dare il meglio ai propri figli, sperando che assorbano questa avanguardia! 🙂
    Mandare i ragazzi ad un corso di inglese, ad una vacanza studio in Inghilterra non ha nulla a che vedere con la conoscenza della cultura, la capacità comunicativa e la ricchezza intellettuale che un’esperienza di questo tipo può darti!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archiviati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: