Castomerservis

1

17 febbraio 2013 di Espatrio Isterico

“Certo che so lavorare bene nel customer service! A voglia!”

Si dice che gli italiani lavorino proprio bene. Si dice solo in Italia.

All’estero, invece, ci temono parecchio, e chi riesce a lavorare a contatto con la clientela, riceve parecchie pressioni da parte del manager e diversi reclami da parte dei clienti. Come mai… perchè è incredibile quanto i consumatori siano tutelati in Inghilterra, e non solo negli oscuri termini di legge.

Quando ho iniziato a lavorare nei negozi, non potevo credere ai miei occhi.

Compri un articolo? puoi cambiare idea entro 30 giorni. Ma se lo compri sotto Natale, allora il diritto si estende al 31 gennaio (su discrezione della compagnia, ovviamente, potrebbe essere di più o di meno). Non l’hai comprato, ma è un regalo? Puoi sostituirlo. Non vuoi sostituirlo? Ti mettono i soldi in una gift card. Hai perso la ricevuta? puoi sostituire l’articolo. Sono trascorsi i 30 giorni? Puoi sostituirlo. Ne sono trascorsi 60, di giorni? Se ha l’etichetta puoi sostituirlo. Non ha l’etichetta ma non è mai stato usato? Puoi sostituirlo. Ho assistito a scene che voi umani non potete immaginare (!) e che ancora cerco di capire.

Se un articolo ha un prezzo di 5, ma è sullo scafale dei 2, lo paghi 2. Pazienza, devi solo mostrarlo ai commessi, che si scuseranno.

Si tocca la follia sulle “confezioni” degli articoli. Pazzia.

Prendi un mp3 con la confezione esterna danneggiata? Chiedi lo sconto.

Prendi un mp3 con la confezione esterna leggermente graffiata? Chiedi lo sconto.

Prendi un mp3 con la confezione perfetta MA internamente è un pochino danneggiata? Chiedi lo sconto.

E’ tutto un chiedere sconti, tutto un risparmiare. Nel Paese con i più alti stipendi d’Europa, il 10% è lo sconto minimo richiesto per qualsiasi motivo. All’inizio non potevo crederci quanta faccia di xxxx avessero queste signore distinte e impeccabili, a chiedere sconti per cose ridicole! … ma poi ti abitui. E capisci che… puoi farlo anche tu!

Quanto mi fossi abituata l’ho capito quando è venuta a trovarmi mia cugina. Siamo andate a fare shopping (che fanno due donne italiane all’estero, scusa? Mica visitano musei, no?!) in un negozio dove la roba sportiva ha lo sconto del 70/80%. A parte che mio nipotino vagava tra gli abiti urlando QUAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAANTO poco costassero queste magliette, ho avuto il piacere di mostrare a mia cugina il british style. Ha comprato (e pagato) una felpa Lonsdale molto bella per il figlio. Io stavo ancora scegliendo le scarpe:

Lei: Sara, ho comprato questa felpa, però guarda, ha questa macchia, ma che sarà?

Io: ahahah, che figo, la macchia…. aspetta un pò che ti faccio vedere come si fa!

Lei: oddio, no, che vuoi fare… [commento fuori campo del suo compagno: io non vengo, me ne vado eh!!!]

Io: (alla cassiera) Salve, ascolti, mia sorella ha appena comprato questo capo, però ha una macchia… è l’ultimo. Mi chiedevo cosa si potrebbe fare…

La cassiera chiama il manager. Organizzano la faccenda tecnica, e restituiscono il 10% direttamente sulla carta.

Tutto questo con la colonna sonora di mia cugina: no… è ridicolo… ti prego… non lo fa vero? oddio muoio di vergogna… o no, ti prego… ma davvero?!

Si, davvero.

Per cui: venite in Inghilterra a lavorare? Ecco, ricordatevi molto bene questa cosa, prima di pensare che insegnerete agli inglesi come ci si comporta con i clienti!

Annunci

One thought on “Castomerservis

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archiviati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: