Il barista, la manager, il farmacista, gli autisti

1

13 marzo 2013 di Espatrio Isterico

Sembra una canzone di De Andrè, ma ti assicuro, il mio scopo è molto meno nobile!

Non so se sia una questione di sfiga, o se davvero noto di più le cose che accadono. Il livello di trattamento dei clienti in Inghilterra tocca vette imbarazzanti (vedi: Castomerservis) e un pò ti abitui a questo sistema di cose, diventando improvvisamente troppo esigente ed estremamente critica (ecco, ora che lo ammesso, piantala di rompere le palle!).

Arrivati all’aeroporto di Alghero, avevo bisogno di un bel caffè. Non avevo euro. In aeroporto c’è un ATM bancomat, ovviamente, ma era fuori servizio (INCREDIBILE… ). Chiedo a una dello staff: scusi, chi gestisce questo ATM?

Lei: NESSUNO.

Così… secca. Nessuno. Vabbè.

Vado a ordinare, armata del mio ordinario bancomat italiano. Arrivo in cassa.

Barista: 4 euro.

Io: ecco la carta.

Barista: oh no! Ma ho battuto contanti!

Io (pensando: caxxx tuoi, bbello!): mi scusi, arrivo da fuori, non ho euro e il bancomat non funziona!

Il barista si rivolge alla manager, spiegandole il fattaccio. Lei, con la bocca piena di cibo, si passa il braccio sul muso per pulire via le briciole intorno alla bocca, ci volta le spalle agitando le mani e dicendo: “e che cosa ti faccio io?! Sbagli sempre! Recupererò in qualche modo, sennò vaffanculo!”.

Ero incredula… era scocciata perchè stavo pagando con la carta, tra le altre cose, ma dev’essere che un pezzo di salame le è finito in gola e non ha potuto dirmelo. Peccato.

Quindi esistono ancora i vecchi bar di una volta, dove il cliente viene trattato a pesci in faccia perchè chiede troppo. Ok, è una coincidenza, dai!

Arrivati in città, avevo necessità di comprare i pannolini per Jana. E passeggiando, mi fermo in farmacia. Costo dei panni: 5.60 euro. Perfetto.

Il farmacista mi fa pagare, e mette la confezione sul banco.

Io: grazie. Scusi, potrei avere una busta per favore?

Lui: gliela stavo portando… e comunque la busta la deve portare lei, signora. Già che i panni sono in offerta, MI CHIEDE ANCHE LA BUSTA?!

Ok, tre problemi in un giorno possono esserci, ma non credi più che sia una coincidenza, anche perchè il famoso farmacista che fa storie sulle buste scatena quel certo allarme. Saranno mica in crisi anche loro, poverini?!

Però però però, ho passato quattro giorni di incredulità, invece, notando una cosa che avevo dimenticato.

Le macchine non fanno a gara per schiacciarti, quando attraversi. E’ stato bellissimo. Magari chi vive in città grandi è abituato a non superare la “zona sicura” delle strisce. Nella mia ridente cittadina di Barbagia, invece, il pedone può attraversare dove vuole, ha tutti i diritti. Puoi anche fermarti ad accendere una sigaretta alle 13 di venerdì, nella strada principale, mentre parli con il telefonino. Puoi fare piroette e balletti in piena carreggiata. Potenzialmente potresti anche passare sopra le macchine. Non accadrà nulla, o quasi. Infatti un pedone investito provoca più shock delle dimissioni del papa.

A Bournemouth, invece, devo per forza schiacciare il pulsante del semaforo, attendere pazientemente il verde e iniziare l’attraversamento con un balzo felino che mi porti a metà strada in 3 secondi, considerando che il verde si dissolverà in fretta. Le macchine rombano ai semafori, e non si fermeranno MAI MAI E POI MAI, anzi, ti faranno sentire forte e chiaro quanto tu, pedone, sia di troppo in questa città. Hai i bambini? passano. Sei visibilmente di fretta? passano. Piove? passano, facendo in modo di sfrecciare sopra le pozzanghere, infradiciandoti senza alcun rispetto.

E’ stato bello tornare e perdermi in questa ondata di contraddizioni, che mi rendono felice di nascere, vivere, partire, tornare… per partire ancora.

Annunci

One thought on “Il barista, la manager, il farmacista, gli autisti

  1. Mouaryl ha detto:

    Ohhhh farti pagare 4€ con la carta??? incredibile che l’abbiano accettata perchè in genere non accettano pagamenti sotto i 10€ da queste parti ultimamente.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archiviati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: