Il customer service colpisce ancora

Lascia un commento

1 settembre 2013 di Espatrio Isterico

Il livello di cura del cliente raggiunge livelli imbarazzanti.

Non realizzi il senso del cliente che ha sempre ragione, fino a quando la tua azienda non ti sorprende sul serio.

E quindi racconto cosa accadde ieri, a lavoro.

Ero nel mio solito ufficio cambi, con la mia collega Cindy, un’adorabile donna inglese attorno ai 40 anni, portati davvero male, che come missione nella vita ha ”espandere il mio vocabolario”, con modi di dire, parole e strategie in puro british style. Come al solito, si e’ presentata con due monete negli occhi, per giocare, e la nostra giornata ha preso il via in ore di puro divertimento.

Poi ricevo una telefonata che mi ha trasformata in cinque secondi da impiegata gentile e simpatica, a incredibile Hulk con tanto di sfumature verdi.

Io: buon pomeriggio, come posso aiutarla?

Lui: sono venuto stamattina a cambiare Riyals e mi hai dato una banconota da dieci pound falsa.

Io: beh, mi pare azzardato… come fa a dire che e’ falsa?

Lui: perche’ lo dico io, allora, come facciamo? Te la porto e mi rimborsi oppure dobbiamo risolvere in altro modo?

Io: puoi portarmela, se vuoi, ma vorrei prima sapere quale e’ quest’altro modo…

Lui: vado alla polizia oppure vuoi risolverla con un uomo?

Io: quoto la polizia!

Lui: ok, allora vi mando gente per ispezionare, perche’ state vendendo banconote false!

Io: ah no, guarda, stai andando male. Qui non entra nessuno, finche’ ci sono io, e posso garantirti che la mia cassa non la tocca nessuno. Puoi mandarmi anche l’esercito, se vuoi, ma senza autorizzazione qui non ci mette piede, questo e’ sicuro.

Il cliente era alterato e io ero incazzata come una bestia, irremovibile sul fatto che era SOLO la sua dichiarazione, e che quindi io NON gli avrei creduto, mai e poi mai.

Quindi ho bloccato tutto, servito l’ultimo cliente, mandato via un altro e controllato TUTTE le banconote della cassaforte (stiamo parlando di parecchie migliaia di banconote). Tutto regolare.

QUindi ho chiamato la manager per capire cosa fare e sopratutto, come fare se davvero si fosse presentato il cliente fuori dal mio ufficio.

Ecco la risposta dell’azienda al mio quesito: ”che faccio se il cliente dice di avere ricevuto una banconota falsa da noi?”

RISPOSTA:

non abbiamo nessuna certezza, ovviamente, e’ molto improbabile che sia uscita da noi.

Pero’ il cliente ha sempre ragione, quindi se lui porta la ricevuta di una banca, attestante che aveva una banconota falsa, piuttosto che scomodarlo, gli paghiamo 10 pound.

Perche’ nel caso che invece fosse davvero colpa nostra, il cliente sarebbe troppo sfavorito, e noi vogliamo renderlo felice comunque.

Va beh. Mi tocca chiedere scusa.

Gli sussurrero’ un ”apologise” tra i denti…

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archiviati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: