Psycho Family

10

LUI aveva un’attività autonoma

LEI lavorava in banca

Tre figli di 10 anni – 5 anni – 1 anno.

Casa di proprietà, ipotecata per i prossimi quarantanni, con tre camere da letto, al centro della città, frequentata assiduamente da persone sospettabili tra i quali: un avvocato, una neo mamma, una vagabonda, un’imprenditrice, e molte altre losche figure.

L’orgoglio della donna di casa sono gli elettrodomestici ultimo grido, supertecnologici e superintuitivi, superveloci e supertutto, ma sopratutto, supercostosi.

In un impeto di follia, spinti da fattori discutibili e talvolta oscuri, il babbo e la mamma decidono di cambiare la loro vita, chiamando in causa il famoso SALTO DI QUALITA’.

E fu così che dopo aver dato le dimissioni (lei) e chiuso l’attività (lui), affrontarono un viaggio che sembrava lo sbarco in Normandia, approdando in una graziosa cittadina del Sud inglese.

Adesso vivono in una piccionaia buia, umida, con due camere da letto che insieme ne fanno una, senza mobili e con due elettrodomestici antiquati e di pessima qualità.

Questa Psyco Family ha deciso di riportare fedelmente successi e insuccessi, per incoraggiare e scoraggiare chiunque tenti di cambiare radicalmente la propria vita.

Buona lettura!

 

10 thoughts on “Psycho Family

  1. Roberto Vicario ha detto:

    Sono arrivato a questa pagina ascoltando Radio Capital. Volevo farvi i miei complimenti, io sto cercando di fare la stessa cosa, forse con un po’ più di prudenza visto che la meta è l’Australia.
    A presto

  2. cameracentouno ha detto:

    Vi ho trovato un po’ per caso (ma chi ci crede al caso…) e un po’ forse per necessità.
    Non sono espatriata e non ho progetti espatrianti come i vostri (anche se… perché no?), ma mi sono già affezionata a voi.
    Ammiro molto la vostra scelta, il vostro coraggio (anche se c’è chi la chiama incoscienza?) e quella giusta dose di creativa follia che traspare in ogni riga.
    Perché senza fantasia e creatività, senza i sogni e le idee, non si va da nessuna parte.
    Buona fortuna psycho family!

  3. Hagane ha detto:

    Eccovi qui! 😀
    Complimenti per la vostra scelta e per il coraggio.
    Vi ho seguito sul blog e lasciato un like su facebook. A presto, Psycho Family! ^_^

  4. Alessio Candela ha detto:

    Ciao Psycho Family! ho sentito l’intervista su Radio Capital e sono venuto a leggere per focalizzare meglio le parole e i fatti.
    Io vorrei tanto cambiare lavoro, città, vita. Mia moglie ed io abbiamo entrambi un lavoro a tempo indeterminato (che non ci piace), abbiamo un mutuo per i prossimi 30 anni e un figlio di 2 anni (domani). Le domande e le paure sono tante. Dove? Come? Quando? la casa la mettiamo in vendita? prima parto io per cercare un lavoro e una casa? insomma scapperei ma ogni volta mi freno.
    Voi come avete fatto?

  5. malaikadany ha detto:

    Non so come sono approdata al blog ma me lo sto proprio gustando tutto..In molte cose mi rivedo in voi, essendo espatriata lo scorso anno in Olanda con marito e bimba di un anno e mezzo alla ricerca di lavoro… Noi non abbiamo dovuto mollare nulla però perché comunque non avevamo lavoro in Italia, per noi era una necessità..Quindi che coraggio che avete avuto! Leggere le vostre avventure mi fa sorridere e mi da forza, nei momenti di sconforto qui, quando penso “ma chi ce l’ha fatto fare”. Ma ormai siamo in ballo e balliamo…Vi seguirò con molto piacere!!!

  6. Diecimila Miglia ha detto:

    Pensavo di essere stata coraggiosa io a trasferirmi all’estero da sola…niente in confronto a voi!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archiviati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: